Audè, Giacomo

Giacomo Audè
N. Lanslebourg 9 aprile 1752
M. Torino

Relazioni di parentela: E’ nipote acquisito del topografo Antoine Durieu, in quanto marito di Marie Dominique Durieu (figlia di Pierre Durieu, fratello minore di Antoine, nata a Lanslebourg il 21/11/1746; il matrimonio con Jacques Audé è celebrato il 9/4/1771, cfr. ADS, Registres Paroissiaux de Lanslebourg, 3E334, f. 107v e f. 212).
I due figli Pietro Antonio (di cui è attestato un breve servizio per l’Ufficio di Topografia Reale dal 1790 al 1797) e Joseph operano entrambi come ingegneri militari alle dipendenze della Francia (Col. BERTHAUT, Les ingénieurs géographes militaires 1621-1831. Etude historique, Parigi 1902, vol. I, p. 376-377).
Nel 1793 assume la tutela dei due figli orfani del collega Gioacchino Roffi.

Ente/istituzione di appartenenza:
Qualifica:

Biografia:
Morto a Torino, dopo il 19 settembre 1814 (data del suo pensionamento, cfr. ASTO, Patenti Controllo Finanze, 1814, reg. 3, f. 260)

Produzione scientifica:
La serie dei Mandati di pagamento dell’Azienda Fabbriche e Fortificazioni consente di ricostruire la successione delle sue campagne cartografiche come ingegnere topografico, come segue: Incisa, Vaglie e Belvedere (1790); le attestazioni successive riguardano lavori a tavolino o incarichi generici per l’Ufficio di topografia. Durante la dominazione francese fu impegnato ai rilevamenti per la nuova demarcazione tra Francia e Piemonte lungo le Alpi (1797-98), per la carta dei territori tra Adige e Adda (1802) e poi per il rilevamento, rimasto incompiuto, dell’Isola d’Elba sempre nel 1802 (Col. BERTHAUT, Les ingénieurs géographes militaires 1621-1831. Etude historique, Parigi 1902, vol. I, p. 383, 405 sgg.).

Produzione di cartografia manoscritta:
- Carta Topografica in misura estratta dall'originale, concordata fra gli Ingegneri di S.M. il Rè di Sardegna, e della Serenissima Repubblica / di Genova in cui si contiene il corso del fiume Scrivia, dalla punta di S.t Bartolomeo sino al molino Manuelle del Sig.r Marchese Bussetti, colli / molini derelitti e tenimenti adjacenti alla Rippa sinistra del medemo fiume, in tutto secondo le Indicazioni delli rispettivi Indicanti, 23 luglio 1776 (ASTO, Corte, Carte topografiche e disegni, Ufficio Topografico di Stato Maggiore, Confini con Modena, Parma, Toscana, Piacenza, Genova Tortonese, Scribia, 14.1) - copia di G. Audé tratta da un originale di Durieu e Gustavo, datato 1773
- Linea di Confine tra la Francia ed il Piemonte / stabilita nel 1797 dal M.[ont]e Tabor al passo di Rou- / binos nella Contea di Nizza presso S. Martino / d'Entraunes: / 1.a Parte, giugno 1797 (ASTO, Corte, Carte topografiche, serie III, Nizza 9) – si tratta di una copia di J. Audé da un originale di Audibert (a sua volta tratto da altra carta sottoscritta Audibert e Negre)
- PLAN TOPOGRAPHIQUE / DU COL DE LA SAGNE OU DE L'ALLÉ BLANCHE / Levé geometriquement par l'Ingenieur Topographe Jacque Audé Pere attaché à la Commission Piemontôise. et par le Citoyen Tugot Adjoint du / Genie attaché à la Commission Française. au Mois de Juillet 1797, con Tugot, luglio 1797 (ASTO, Corte, Carte topografiche e disegni, Ufficio Topografico di Stato Maggiore, Confini con la Francia, Monte Bianco 2.1)
- Plan Topographiq.[u]e / du petit S.t Bernard levé par les / Ingegneurs Bourcet et L'Assistant / Audé au mois de Juillet 1797, rilevata con Bourcet, 20 agosto 1797 (ASTO, Corte, Carte topografiche e disegni, Ufficio Topografico di Stato Maggiore, Confini con la Francia, Piccolo S. Bernardo, 1.2)
- Plan topographique d’une portion du grand Montcenis qui comprend depuis la Grande Croix jusqu’à la fin de la plaine de St. Nicolas avec la demonstration des rives et montagnes contigues, 12 settembre 1797 (IGM, Archivio topocartografico, Cart. 18, n. 8928)
- Plan des figurés du Coté du Piemont des territoires compris entre Rochemolles et la Ramasse sur le MontCenis pour servir de continuation au travail de Mr. Simondi lorsqu'il aura repris ses operations depuis le point dit forte ou il a du s'arreter pour se porter aux cols de Couche et de la Met au dessus du Montcenis sur l'echelle de deux ligues pour 100 toises, 5 febbraio 1798 (ASTO, Corte, Carte topografiche e disegni, Ufficio Topografico di Stato Maggiore, Confini con la Francia, Valle Cenischia 6.1) – si tratta di una copia di G. Audé derivata da originale di autore non precisato
- PLAN TOPOGRAPHIQUE QUI COMPREND LA LIGNE DE DÈMARCATIOn / entre les Ètats de S.M. et ceux de la Republique Française depuis le Col de la Fênetre / jusqu'à la plus haute sommité de Bard, levé geometriquement sur les lieux au mois de Juillet 1798, 28 luglio 1798 (ASTO, Corte, Carte topografiche e disegni, Ufficio Topografico di Stato Maggiore, Confini con la Francia, Colle della Finestra 6.1)
- [Carta topografica del Colle del Moncenisio], s.d. (ASTO, Corte, Carte Topografiche per A e B Monte Cenisio 2)
- Plan du Col de l’Argentiere levé pendant l’année 1798 par le citoyen Bourcet adjoint du Génie à la Commission francaise et par Mr. Conti Ing.r Topographe du Roi de Sardaigne, s.d. (IGM, Archivio topocartografico, Cart. 20, n. 8707) – si tratta di una copia di G. Audé derivata da originale di Bourcet e Conti

Produzione di cartografia a stampa:

Fonti d’archivio:

Bibliografia:
C. BRAYDA-L. COLI-D. SESIA, Specializzazioni e vita professionale nel Sei e Settecento in Piemonte, in “Atti e rassegna tecnica della Società Ingegneri e Architetti in Torino”, Nuova serie, 17 (1963), n. 3, p. 84.

Rimandi ad altre schede: Cfr. schede A. Durieu, P.A. Audè, G. Roffi

Autore della scheda: Maria Luisa Sturani


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /home/mhd-01/www.disci.eu/htdocs/wp-includes/functions.php on line 345

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /home/mhd-01/www.disci.eu/htdocs/wp-includes/functions.php on line 345