Badalassi, Prospero

Prospero Badalassi
N. San Miniato (oggi in provincia di Pisa)
M.

Relazioni di parentela:

Ente/istituzione di appartenenza:
Qualifica: Ingegnere catastale poi soprintendente Acque e Strade.

Biografia:
Le notizie certe di cui disponiamo coprono un arco temporale che va dal 1802 al 1823. E’ già dato per deceduto il 12 aprile 1824

Produzione scientifica:
Operò inizialmente come perito (ai primi del XIX secolo si firma come tale): nel 1802 lo troviamo in attività nella Comunità di San Miniato, dove ebbe modo di rappresentare alcuni terreni (i disegni sono in ASCSM).
Sempre nel primo decennio del secolo fu attivo specialmente nel Livornese e nel Pisano dove, intorno al 1804-05, disegnò più volte il cordone di sanità posto intorno alle città di Pisa e Livorno in conseguenza di una epidemia (si veda la raccolta composta da una quindicina di disegni in ASF, Miscellanea di Piante, nn. 148-149).
Nel 1806 svolse alcuni incarichi come perito e cartografo per conto dell'Ordine dei Cavalieri di S. Stefano: ricordiamo la pianta di un podere, con planimetria della casa colonica, posto nella campagna livornese, facente parte dei beni della Commenda di Padronato Parenti di proprietà dell'Ordine (in ASP, Archivio dell'Ordine di S. Stefano, n. 596, ins. 8).
Fu addetto, come geometra, alle operazioni del catasto geometrico napoleonico del 1808-14, ove lavorò alle dipendenze dell’ingegnere Luigi Campani, almeno fin dal 1811, nelle comunità del Valdarno di Sotto.
Successivamente fu addetto al catasto lorenese come ingegnere e aiuto del medesimo Campani nelle comunità del Volterrano e della Maremma pisana, finché contrasti con il Campani ne determinarono il trasferimento nel Grossetano alle dipendenze dell’ispettore Belli nel 1822.
Fino al 1815 circa aveva prestato servizio come "Perito o Provveditore di Strade e Fabbriche nella Comunità di S. Miniato", ruolo nel quale venne sostituito da Giovacchino Mantovani, ingegnere nativo di Livorno residente a S. Miniato, che manterrà quel posto fino al 1823 e che nel 1829 inoltrò domanda per essere assunto nel Corpo degli Ingegneri (ASF, Soprintendenza alla Conservazione del Catasto poi Direzione Generale delle Acque e Strade, ff. 1-2).
Per la comunità di S. Miniato si occupò, nel settembre 1815, di alcuni progetti stradali: rifacimento della strada e della piazza del Seminario; e realizzazione della nuova strada detta "Costa di Felcino" (in ASCSM).
Del periodo "maremmano" ci resta oggi un disegno, realizzato a Batignano il 1° maggio 1823, raffigurante quattro bagnetti provvisori in legno da costruirsi nello stabilimento termale di Roselle, frazione alle porte di Grosseto (in ASGr, Comune di Grosseto Postunitario, cat. X, b. 1, f. 4, c. 60r).
Uno dei suoi allevi fu il livornese Ermete Ulacco che, nel novembre 1829 (allora geometra di seconda classe che chiedeva di essere assunto nel nuovo Dipartimento di Ponti e Strade), dichiarava di aver compiuto i suoi studi di pratica e di agrimensura sotto il Geometra di prima classe Prospero Badalassi e di averlo seguito "anche in diverse operazioni catastali”. Egli dichiarava inoltre che, dopo la morte del suo "maestro" aveva continuato ad occuparsi di rettificazioni catastali nel Comprensorio Senese, sotto l'ispezione di Graziano Capaccioli (ASF, Soprintendenza alla Conservazione del Catasto poi Direzione Generale delle Acque e Strade, ff. 1-2).

Produzione di cartografia manoscritta:
Raccolta di disegni del cordone di sanità posto intorno alle città di Pisa e Livorno, 1804-05 (ASF, Miscellanea di Piante, nn. 148-149);
Pianta di un podere, con planimetria della casa colonica, posto nella campagna livornese, facente parte dei beni della Commenda di Padronato Parenti di proprietà dell'Ordine di S. Stefano, 1806 (in ASP, Archivio dell'Ordine di S. Stefano, n. 596, ins. 8);
Disegno di quattro bagnetti provvisori in legno per lo stabilimento termale di Roselle, Batignano, 1° maggio 1823 (in ASGr, Comune di Grosseto Postunitario, cat. X, b. 1, f. 4, c. 60r).

Produzione di cartografia a stampa:

Fonti d’archivio:

Bibliografia:
Rombai, Toccafondi e Vivoli, 1987, p. 132; Rombai, 1989, pp. 53-54, 76-80, 82 e 124; Barsanti, 1991, pp. 220-221; Nanni, Pierulivo e Regoli, 1996, p. 96; Barsanti, Bonelli Conenna e Rombai, 2001, p. 70; ASCSM; ASF, Miscellanea di Piante; ASF, Soprintendenza alla Conservazione del Catasto poi Direzione Generale delle Acque e Strade; ASP, Archivio dell'Ordine di S. Stefano; ASGr, Comune di Grosseto Postunitario.

Rimandi ad altre schede: G.

Autore della scheda:


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /home/mhd-01/www.disci.eu/htdocs/wp-includes/functions.php on line 345

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /home/mhd-01/www.disci.eu/htdocs/wp-includes/functions.php on line 345