Dudley, Robert

Robert Dudley
N. Shenn House (Surrey-Inghilterra) 7 agosto 1574
M. Villa Ranieri oggi Corsini, Quarto Fiorentino (Italia) 6 settembre 1649

Relazioni di parentela: Figlio illegittimo ma riconosciuto di Robert Dudley, conte di Leicester, ministro e favorito di Elisabetta II Tudor e Douglas Sheffield (figlia di Thomas Howard, primo barone di Effingham). Nel 1591 sposa Frances Vavasour, damigella d’onore della regina Elisabetta. Rimasto vedovo sposa, nel 1596, Alice Leigh (figlia di Sir Thomas Leigh e Catherine Spencer) dalla quale ha due figlie: Alice (nata il 25/9/1597 a Kenilworth Warwickshire/morta il 21 Maggio 1621 a St Giles-in-the-Fields, London, Middlesex,) e Catherine (nata nel 1598 a Kenilworth, Warwickshire, morta nel febbraio 1673 a Trentham, Kent).
Nel 1605 per controversie dinastiche le lascia in Inghilterra per trasferirsi a Firenze dopo essersi sposato a Lione con rito cattolico con Elizabeth Southwell, figlia di Sir Robert Southwell ed Elizabeth Howard Contessa di Carrick (morta il 13/9/1631 a Firenze), dalla quale avrà: Henry, Anna (morta nel 1629); Mary, Carlo (Duca di. Northumberland nato nel 1614 a Firenze-morto il 26/10/1686 a Firenze);Ambrose; Fernando; Teresa; Cosmo; Anthony Enrico (nato il 12/9/1631 a Firenze)

Ente/istituzione di appartenenza:
Qualifica: Esploratore, cartografo, ingegnere

Biografia:

Produzione scientifica:
Al servizio dei Medici, del Granduca Cosimo II (1590-1621) e di Ferdinando II (1610-1670), disegna e costruisce navi, progetta ed attua la bonifica delle paludi fra Pisa ed il mare, realizza l’ampliamento del porto di Livorno.

Produzione di cartografia manoscritta:
Manoscritti “Dell’Arcano del Mare” si trovano presso la Staats Bibliotek di Monaco di Baviera, ai segni Cod.Icon.221

Produzione di cartografia a stampa:
La sua produzione finora individuata assomma ad oltre un centinaio di carte pubblicate nella sua opera “Dell'arcano del mare” pubblicata a Firenze in prima edizione nel 1646-47 in quarto (consultabile presso la Biblioteca Vaticana ai segni Racc.Gen.Geogr.S65); in seconda edizione nel 1661 in folio (consultabile presso la Biblioteca Angelica di Roma . ai segni X 3-4) ed in numerose altre biblioteche in Italia e all’estero.

Fonti d’archivio:
Foster, Alumni Oxionienses, 1500-1714; Longleat House Archives presso i quali sono consultabili: Dudley Papers, Devereux Papers, Portland Papers;

Bibliografia:

W. Martigli, L’Arcano del Mare di Robert Dudley, in “Livorno e Pisa: due città e un territorio nella politica dei Medici”, Pisa, Nistri-Lischi e Pacini Editori, 1980, pp.191-197.

M. Pinna, Sulle carte nautiche prodotte a Livorno nei secoli XVI e XVII, in “Rivista Geografica Italiana”, Firenze, LXXXIV, 1977, pp.279-314

A.Ponti, L’Atlatico settentrionale nell’Arcano del mare di R.Dudley”, in Atti del convegno di studi Giovanni Caboto e le vie dell’Atlantico settentrionale, Brigati,Genova, 1997 pp.

L. Rombai, Attività marinare e aspirazioni coloniali toscane nel Nuovo Mondo al tempo di Ferdinando I de’ Medici (1587-1609), in “Momenti e problemi della Geografia contemporanea”, Atti del Convegno internazionale in onore di Giuseppe Caraci, geografo storico umanista (Roma 1993), Genova, Brigati, 1995, pp.409-425

J.F. Shutte, Japanese Cartography at the court of Florence; Robert Dudley’s Maps of Japan, 1606-1636, in “Imago Mundi”, Amsterdam, XXIII, 1969, pp.29-57.

J. Temple Leader, Life of Sir Robert Dudley,Earl of Warwich and Duke of Northumberland...Illustrated with Letters and Documents from Original Sources, Collected by the Author and hitherto Inedited, Firenze, Barbera, 1895

G.F. Warner, The voyage of Robert Dudley to the West Indies, London, Hakluyt Society, 1899.

S. Zavatti e F. Zavatti, L’Arcano del mare di Robert Dudley, in “L’Universo”, Firenze, LIII, 1973, pp.695-712.

Rimandi ad altre schede:

Autore della scheda: Angelo Ponti