Segreteria di Finanze (Granducato di Toscana)

L’istituzione ha assunto nel corso del tempo le seguenti denominazioni:

Segreteria di Finanze (1739-1848)

Ministero delle Finanze, Commercio e Lavori Pubblici (1848-1860)

Il Consiglio di Reggenza e di Stato, il Consiglio di Finanze e il Consiglio di Guerra, con le rispettive segreterie, furono istituiti dal governo lorenese con mp 25 aprile 1739.
Al Consiglio di Finanze era affidata la soprintendenza generale di tutte le rendite pubbliche e private ed esercitava un controllo diretto su tutti gli uffici che amministravano pubblico denaro. La Segreteria di Finanze ebbe competenza su tutti gli affari concernenti le finanze, i lavori pubblici, le poste, il patrimonio, il demanio, il commercio, l’industria e, fino al 1848, le comunità e i luoghi pii. La sua attività si svolgeva soprattutto attraverso il controllo dei diversi organi competenti in queste materie, sia che si trattasse di uffici e magistrature stabili (Scrittoio delle Possessioni, Capitani di Parte, Nove Conservatori, Camera delle Comunità), sia che si trattasse di commissioni o deputazioni straordinarie espressamente stabilite per risolvere particolari problemi (come ad esempio le bonifiche del territorio).
Con varie disposizioni e aggiustamenti, i Consigli continuarono a funzionare fino al 1848, salvo la parentesi della dominazione francese dal 1808 al 1814.
Con mp 16 marzo 1848 furono istituiti i ministeri degli Affari esteri, dell’Interno, delle Finanze, di Giustizia e grazia, di Guerra.
Al Ministero delle Finanze, Commercio e Lavori pubblici, suddiviso in tre sezioni (Imposizione diretta e contabilità dello Stato; Dipartimenti attivi delle finanze, commercio, marina mercantile; Lavori pubblici) continuarono a far capo gli affari trattati dalla Segreteria di Finanze, con l’esclusione di quelli relativi alle comunità dello stato, passate al Ministero dell’Interno. Fino al 22 maggio 1849 vi si concentrarono anche le facoltà e le ingerenze esercitate dell’Amministrazione delle Dogane e Aziende riunite. Il Ministero cessò la sua attività nel 1860.

Produzione cartografica

Sono da riferire alla Segreteria di Finanze e al Ministero delle Finanze le piante conservate in ASF, Miscellanea di Piante, già attribuite alla Deputazione sulla Valdichiana e alla Deputazione sulla Maremma.
Appartengono inoltre alla produzione degli stessi istituti le seguenti carte:
Neri Andrea Mignoni, Carta della Toscana, 1767, compilata per il Ministero delle Finanze, conservata in ASF, Miscellanea di Piante, n. 102;
Rocco Francesconi e Stefano Piazzini, Quattro profili di misurazione del bacino di Bientina, 1790, in ASF, Miscellanea di Piante, n. 26 (già conservata in Segreteria di Finanze);
Salvatore Piccioli, Progetti di rettificazione di strade e di nuove opere d’arte, fine XVIII sec., in ASF, Miscellanea di Piante, nn. 230/a-d (già in Segreteria di Finanze);
Anton Felice Perondi, Mappa del fiume Salsero, 1785, in ASF, Miscellanea di Piante, n. 234 (già in Segreteria di Finanze);
rilievi cartografici di supporto alle ricerche minerarie, in ASF, Piante del Ministero delle Finanze, nn. 90–94, n. 182;
carte topografiche dei vari comprensori lacustri in cui si stavano progettando o realizzando interventi di bonifica, in ASF, Ministero delle Finanze, nn. 544, 545;
molte carte del periodo francese;
il grande cabreo in ASF, Piante del Ministero delle Finanze, n. 545.

Operatori

Giovanni Boldrini (1775), Leonardo Ximenes (1766, 1769), Neri Andrea Mignoni (1767), Stefano Piazzini (1790), Rocco Francesconi (1790), Salvatore Piccioli (1788), Pietro Ferroni (1788), Anton Felice Perondi (1785), Augusto Schneider (1828–30), Paolo Savi (1832–1847), Giuseppe Giuli (1843), Giuseppe Manetti (1828–1859), Lorenzo Frosini, Felice Francolini, Gaetano Baccani (1843), Francesco Renard (1848), ing. Seguin (1836), Baldassarre Marchi (1849), arch. Luigi Bettarini, Girolamo Segato (1832), Bouchet (1851), Gaspero Manetti (1843), Pietro Municchi (1837), Giuseppe Valori (1837), Carlo Ristori, ing. Giuseppe Potenti (1846), Giuseppe Buonamici (1835), Begat (1852), ing. De La Roche–Poncié (1852), Dorandeau (1851), Bourguignon (1847), Tommaso Perelli (1783), Luigi de Cambray-Digny (1832), Giuseppe Tortori (1854), Guasti (1841), Angiolo Turchi (1850), Giuseppe Finzi (1850), Lorenzo Materassi (1847), Morelli (1850), Giovanni Guglieri (1851).

Riferimenti cartografici e archivistici

Rombai, 1993, pp. 37-81; Rombai, Toccafondi e Vivoli, a cura di, 1987, pp. 25-53; Morandini e Pansini, 1962; Guida generale agli Archivi di Stato italiani, 1983, p. 113. ASF, Ministero delle Finanze; ASF, Capirotti di Finanze; ASF, Segreteria di Finanze, 1745–1808; ASF, Segreteria di Finanze. Affari prima del 1788; ASF, Piante del Ministero delle Finanze; ASF, Miscellanea di Piante del Ministero dell’Interno e delle Finanze; ASF, Miscellanea di Piante.

Rosamaria Martellacci (Siena)


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /home/mhd-01/www.disci.eu/htdocs/wp-includes/functions.php on line 345

Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /home/mhd-01/www.disci.eu/htdocs/wp-includes/functions.php on line 345